Coltello t.39 Montefortino d’Arcevia (AN)

Lama in acciaio C70 non temprata, spessore 3 mm, lunghezza 23 cm, larghezza al forte 5 cm, con codolo lungo 5 cm fissato tramite 4 ribattini in ferro. Impugnatura in legno di quercia lunghezza 13,5 cm.
Le proporzioni sono state ricavate dalla fotografia del reperto, la lunghezza è stata determinata ad occhio sulla base dell’osservazione del reperto originale. Osservando il reperto, ho notato che nonostante la lama sia abbastanza integra, il codolo risulta essere estremamente corto: questo può essere stato causa di una maggiore degradazione e quindi la perdita di gran parte di esso, tuttavia ho ipotizzato la possibilità che il coltello originale sia stato dotato volutamente di un codolo molto corto, ipotesi giustificata anche dal fatto che vi sono ben 4 ribattini a fissaggio della lama con l’impugnatura di legno.
Per il fissaggio di un codolo molto lungo (quanto l’impugnatura, ad esempio), sarebbero bastati 2 ribattini disposti alle estremità, tuttavia in questo reperto i ribattini sono 4 e soprattutto sono concentrati tutti sulla parte anteriore dell’impugnatura, anche nella parte in cui la lama è più spessa.
Questa caratteristica è riscontrabile anche in altri reperti di coltello presenti nello stesso museo (vedi foto sotto), il che mi ha indotto a pensare che l’impugnatura non fosse a codolo pieno, ma comunque resa ben salda alla lama grazie ai 4 ribattini concentrati nella parte anteriore.

La riproduzione realizzata con queste caratteristiche ha dimostrato la solidità del tipo di fissaggio ipotizzato, infatti le due guancette di legno, una volta fissate con i ribattini di ferro, sono risultate essere molto ben ancorate alla lama e prive di qualunque “gioco”.
Il contesto nel quale sono stati trovati i coltelli lascia facilmente ipotizzare che siano strumenti da mensa e non da guerra, essendo appunto stati ritrovati assieme ad altri oggetti quali spiedi, griglie e vasellame da mensa.

Evidenze storiche


Tomba 39, necropoli di Montefortino d’Arcevia, Museo Archeologico di Arcevia (AN)

Un commento su “Coltello t.39 Montefortino d’Arcevia (AN)”

  1. Ottima riproduzione, solida e maneggevole, presenta tutte le caratteristiche di semplicità e funzionalità che sono proprie di un oggetto creato per esser attivo e non solo da “mostra”

Rispondi a Guido Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *