Il Museo "Luigi Fantini" di Monterenzio, inaugurato nella sua nuova sede l'8 luglio 2000, documenta la storia del popolamento delle valli dell'Idice e dello Zena ed espone i materiali che, a partire dagli anni ottanta, sono stati recuperati nelle campagne di scavo dell'insediamento etrusco-celtico di Monte Bibele.
L'esposizione, che conserva la più completa raccolta di materiali celtici della regione e una delle più importanti in Italia, è arricchita dalla ricostruzione al vero dell'impalcato ligneo di una casa dell'abitato di Pianella di Monte Savino, arredata con oggetti autentici o riproduzioni che consentono di illustrare molti aspetti della vita quotidiana del villaggio.